Benvenuti al Sud

Viaggio in auto in Campania da Caserta a Castellabate

  • di franz1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest’anno, io e mia moglie, decidiamo di trascorrere le nostre ferie estive nella regione Campania.

Venerdì 19 agosto

Partiamo da Cogoleto con la nostra utilitaria Fiat Punto e dopo circa 8 ore di viaggio raggiungiamo la prima tappa Caserta. Abbiamo prenotato l’hotel Europa, vicinissimo alla reggia di Caserta, l’hotel un quattro stelle ha un ottimo prezzo 55 euro a camera compresa la colazione.

Nel tardo pomeriggio visitiamo Caserta Vecchia dove ceniamo con una specialità del posto: la paposcia, davvero molto squisita. Questa è una specie di pizza fatta con il pane e condimenti del posto in particolare i friarielli, tipica verdura vesuviana e trascorriamo la serata.

Caserta Vecchia è un borgo medievale che sorge a circa 401 metri di altitudine. In epoca medievale costituì il centro di Caserta. E’ meta di interesse per via del Duomo, del campanile, i resti del castello e delle strade dell'intero borgo che ricordano lo splendore di un tempo che fu.

Il notevole panorama fruibile in molti punti del borgo, la frescura estiva e i numerosi locali e pizzerie fanno sì che spesso gli abitanti dei dintorni e molti turisti vadano a trascorrere le serate nelle vie del borgo.

Sabato 20 agosto

Visitiamo la reggia di Caserta. L’ingresso valido sia per il parco che per il palazzo costa 12 euro a testa. La reggia con il suo immenso parco è la residenza reale più grande al mondo e i proprietari storici sono stati i Borbone di Napoli. La reggia è patrimonio mondiale dell’umanità dichiarato dall’UNESCO e non ha nulla da invidiare alla famosa Versailles da cui il progettista Vanvitelli prese numerosi spunti di ispirazione. In serata raggiungiamo Salerno dove alloggiamo al B&B Davini ( 60 euro a camera con colazione) e ceniamo in una pizzeria li vicino (Reginè) dove mangiamo un’ottima pizza di forma allungata servita in una cassetta della frutta di legno.

Domenica 21 agosto

Visitiamo il Vesuvio. In poco tempo tramite l’autostrada Salerno-Napoli uscita a Torre del Greco e di li raggiungiamo la vetta del Vesuvio. L’auto va lasciata quasi in cima ma l’ultimo pezzo si deve fare a piedi pagando 10 euro per l’accesso al cratere, la visita è in teoria guidata in realtà molto libera. Il fascino di un vulcano è sempre grande, notevole in questo caso la vista su Napoli, il suo golfo, Ischia, Capri sino a Sorrento. Alla sera torniamo a Salerno che utilizzeremo per qualche giorno come base di partenza.

Lunedì 22 agosto

Visitiamo la costiera amalfitana. Salerno è un’ottima base di partenza essendo posta proprio all’inizio della costiera lato sud. La prima tappa è Minori, interessa particolarmente a mia moglie la pasticceria di Sal De Riso, famoso pasticcere della trasmissione tv “la prova del cuoco” con la conduttrice Antonella Clerici. Siamo fortunati, Sal De Riso è in negozio e si intrattiene cordialmente a parlare oltre a sottoporsi ad un paio di fotografie con mia moglie. Ovviamente compriamo un po’ dei suoi ottimi prodotti di pasticceria (veramente squisiti) che rappresenteranno il nostro pranzo. Percorriamo tutta la costiera fino a Sorrento che visitiamo. Sorrento si distende sopra un alto terrazzo tufaceo, ricco di una rigogliosa vegetazione e caratterizzato da falesie con un'elevazione media di decine di metri sul livello del mare. Veramente una bella cittadina. Poi ci fermiamo a Positano per un veloce bagno e fortunatamente essendo il giorno del ritiro del drappo Madonna dell’Assunta assistiamo dalla spiaggia ad uno spettacolo pirotecnico in suo onore. Tornando verso Salerno, in tarda serata, ci fermiamo a degustare un ottimo gelato sempre a Minori dall’ottimo Sal De Riso

  • 8385 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social