Alsazia e Foresta Nera

Tour in auto con tappe a Colmar a Strasburgo

  • di Manuela Bianchi 3
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Obiettivo: visita di Colmar e Strasburgo, senza trascorrere troppe ore di seguito in auto e scegliendo itinerari panoramici, con tappe intermedie piacevoli anche per una bimba di 6 anni.

Partenza da Varese nel tardo pomeriggio di giovedì, per non perdere la giornata lavorativa e nel contempo portarci avanti nell'itinerario: decidiamo di effettuare una leggera deviazione dall'itinerario Varese - Colmar (attraverso il Gottardo) per trascorrere la notte in una caratteristica Gasthaus di Schopfheim (Germania, proprio al confine) che già conosciamo, visto l'arrivo in tarda serata e dunque la necessità di non andare "alla cieca". Come previsto, arriviamo verso le 22, dopo 3,5 ore di viaggio compresa una sosta per cena all'Autogrill che si trova dopo il Gottardo (super!).

Il venerdì mattina, dopo una sostanziosa colazione alla Gasthaus, partiamo alla volta di Eguisheim, (ca. un'oretta di auto), per visitare il caratteristico borgo attraverso l'anello pedonale ben indicato. Dopo aver percorso l'itinerario pedonale consigliato (molto breve e davvero suggestivo) iniziamo a renderci conto di quello che ci aspetta con le famosissime case a graticcio, che ricordano tanto quella di Hansel e Gretel... Magiche! Si tratta davvero di un piccolo paesino, assolutamente da vedere per la magia che non ritroveremo poi nelle tappe successive, per quanto caratteristiche e altrettanto piacevoli.

Per la gioia della bimba, ma anche dei grandi, decidiamo di vedere anche il "Parco delle Cicogne", che in realtà è semplicemente un piccolo appezzamento erboso con un paio di altalene, dove è stato realizzato un recinto per le cicogne che devono deporre le uova, mentre la altre stazionano in libertà sui tetti delle poche costruzioni confinanti. Uno spettacolo incantevole e inaspettato, con le cicogne che riposano nei loro nidi a pochi passi da noi, incuranti degli spettatori e della nostra sorpresa.

Nel primo pomeriggio lasciamo Eguisheim alla volta di Kintzheim, destinazione "Montagna delle scimmie". In realtà avremmo voluto visitare anche la Voliera delle Aquile ed il vero Parco per il reinserimento delle Cicogne, ma il tempo stringe e dunque optiamo per le sole scimmie. Si tratta di un parco simile allo zoo safari, al quale si accede a piedi attraverso un recinto, per poi percorrere dei sentieri nel bosco ove le scimmie circolano in assoluta libertà. La nostra bimba è rimasta affascinata dalla possibilità di offrire pop corn (forniti all'ingresso e compresi nel biglietto) alle scimmie, offrendoli direttamente dalle mani...un contatto inaspettato ed entusiasmante. Un solo accorgimento: non correre e non strillare....perché le scimmie si innervosiscono.

Terminato il nostro giro, durato circa una novantina di minuti, ci fermiamo per un gelato nel parco, e alla fine partiamo alla volta del castello di Haut Konigsburg, con la speranza di arrivare prima della chiusura della biglietteria...e ci riusciamo! Optiamo per una visita libera, non guidata per assecondare i nostri interessi e i ritmi della bimba, e in un'oretta lo visitiamo tutto, soffermandoci sui meccanismi dei ponti levatoi, le sale delle armi e le cucine, nonché sul bellissimo paesaggio che di intravede da ogni finestrella.

Alla fine, stremati per il lungo camminare, ci rimettiamo in auto alla volta di Turckheim, dove si trova il nostro Hotel. Lo raggiungiamo in poco meno di un'ora, prendiamo possesso della camera, doccia veloce e siamo di nuovo fuori, alla volta di Colmar, per poter finalmente consumare un pasto tranquillo. Dall'Hotel ci consigliano un locale caratteristico, piccolo e alla mano, in accordo con le nostre esigenze, proprio nel centro di Colmar, che raggiungiamo in auto in 15 minuti. Consumata la cena, decidiamo di tornare subito in Hotel per l'approssimarsi del temporale, e per riposare presto in vista della giornata numero 2!

Il sabato mattina sveglia di buonora, solita ricca colazione in hotel e poi check out alla scoperta di Colmar e dei suoi negozietti di stampe ed antiquariato, la nostra passione! Passeggiamo un po' per il centro a zonzo, poi la bimba individua il classico trenino che le piace tanto, sul quale ci accomodiamo per un tour di 45 minuti a spasso per le vie più caratteristiche della città, con commento in cuffia in italiano. Bellissima la Petite Venise, il quartiere attraversato da canali e punteggiato di locali e bistrot .Sosta per una merenda a base di Flammenkueche, la"pizza bianca" con pancetta e cipolle tipica del luogo (buona!), e poi si riparte in auto alla volta di Riquewhir, altro paesino caratteristico che ci hanno consigliato

  • 25763 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social