I viaggi della motocicletta

Se non c’è una vicissitudine non è vacanza, dunque il volo che mi deve portare a Roma da Catania della blu-express parte con quasi 3 ore di ritardo… Arrivata a Roma chiudo il bagaglio per averlo pronto per il giorno ...

  • di MilenaLV
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Se non c’è una vicissitudine non è vacanza, dunque il volo che mi deve portare a Roma da Catania della blu-express parte con quasi 3 ore di ritardo... Arrivata a Roma chiudo il bagaglio per averlo pronto per il giorno dopo e...A nanna! Giovedì 1 Maggio Sveglia alle 8:30...Partenza alle 10:00 direzione L’Aquila. La nostra nuova moto ( R1200 GS) si avvia aggressiva verso il suo secondo viaggio di corto raggio!!! La giornata è soleggiata e il tragitto veramente piacevole: bello avvicinarsi piano a quelle cime, davvero alte e ancora ampiamente innevate.

La prima cosa non appena arrivati è stata quella di tentare la salita fino al rifugio Duca degli Abruzzi, peccato che la strada sia ancora interrotta a causa della neve... Allora ancora una volta ci facciamo guidare dalla pancia...Direzione Amatrice!!! Preferiamo la strada statale 80 delle capannelle, con un bel giro tutto intorno al lago di campotosto rigorosamente in senso orario in modo da poter godere sempre della migliore prospettiva sul lago! Arriviamo ad Amatrice verso l’una e fortunatamente troviamo posto al ristorante/hotel Roma famoso per aver dato i natali alla madre di tutte le paste l’amatriciana appunto! Dal nostro tavolo si gode una bella vista sulla valle e per soli 20,00 euro puoi fare un pasto completo: antipasto, primo, secondo, contorno, dolce e caffè! Il mio colesterolo ringrazia!!! Non solo l’amatriciana è da ricordare, ma anche e soprattutto l’ottima grigia ( amatriciana senza pomodoro).

Prima di completare il giro del lago e vogliosi di smaltire un po’ quanto mangiato seguiamo la statale direzione Campotosto, poi deviazione verso Capricchia e con un bel percorso (davvero troppo stancante per me che faccio costante non-attività fisica) percorrendo un sentiero a mezza costa che porta a quota 1430 m si arriva alla cascata delle barche, una delle più belle dei monti della laga: le acque del fosso della solagna precipitano con un salto di 40 m.

Torniamo alla moto e proseguiamo verso il santuario del Sacro Cuore.

Ritorniamo sui nostri passi e completiamo il giro del lago non senza esserci fermati al bar Serena, luogo di raduno dei motociclisti !!! E’ l’ora di riprendere la statale direzione L’Aquila per raggiungere S.Stefano di Sessanio dove abbiamo prenotato la stanza per dormire al B&B “La locanda sul lago”. Il posto è davvero carino è ricavato da un antico fienile posto sul lago proprio ai piedi delle case arroccate di S.Stefano. A completare la pittoresca ambientazione di fianco alla locanda e sempre affacciata sul lago una bella chiesa di campagna.

Dalle finestre della nostra stanza davvero come fosse una delle immagini di “intervallo”, mancava solo la musica di sottofondo, il borgo! Anche la camera è un incanto calda e accogliente, ma Mauro la trova orribile!!! Manca la cosa più importante, fondamentale...Come faremo la sera?!? Cerco di confortarlo dicendo che si può servire di uno comune posto al piano di sotto, ma niente non c’è verso: una stanza senza televisore non la può proprio concepire!!! Disfatti i bagagli andiamo a visitare il paese certamente a ragione annoverato tra i 100 borghi più belli d’Italia. Ci aggiriamo tra i piccoli vicoli alle volte davvero piccolissimi come lo strettissimo spazio lasciato tra due case che appena ci ha permesso di passarvi in mezzo e certo non ce lo avrebbe consentito a fine vacanza dopo tutte le scorpacciate...Saliamo anche in cima alla torre da cui si gode un panorama a 360 gradi, compreso l’albergo e la nostra bellissima moto!!! Curiosiamo anche intorno all’albergo diffuso Sexantio, che attira studiosi di architettura da ogni dove, ma non alla portata delle nostre tasche ( vi consiglio di visitarne almeno il sito)

  • 3332 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social